• Prestito tra privati senza CRIF
    Blog

    Prestito tra privati senza CRIF

    Prestito tra privati senza CRIF: ciò che devi sapere

    Ottenere un prestito tra privati senza CRIF, non è mai stato così semplice. Se non sei un esperto del settore oppure non ti sei mai interessato all’argomento e ora vuoi saperne di più, sei nel posto giusto.

    Ad oggi, non è così difficile essere inseriti nelle cosiddette “liste CRIF”, acronimo prima menzionato; come avrai modo di scoprire, nel corso della lettura, i requisiti per richiedere un prestito agli istituti finanziari sono davvero stringenti e, per questo motivo, sono sempre più le persone che non riescono ad ottenerlo.

    Quando la richiesta viene rifiutata, per circa 30 giorni, si viene inseriti in questa lista, poi, l’indicazione decade in automatico. Ci sono altri motivi, però, per i quali l’iscrizione a questa lista, è molto più duratura, sino ad arrivare anche a 60 mesi.

    Questo articolo è stato pensato per rispondere alle tue domande:

    • cosa significa l’acronimo “CRIF”?
    • cosa si intende per prestito tra privati senza CRIF?
    • posso ottenere questo prestito per l’acquisto della mia abitazione?

    Per ognuna di queste domande, sarà dedicato un intero paragrafo al fine di chiarire ogni dubbio a tal proposito.

    Cosa significa l’acronimo CRIF

    Con questo acronimo, si vuol far riferimento alla Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria. Si tratta di quell’azienda che ha il compito di gestire l’intero sistema di informazioni creditizie esistenti, in Italia. Sostanzialmente, la stessa, funge da vera e propria banca dati delle informazioni relative ai rapporti tra gli istituti di credito e i loro clienti.

    All’interno di questa banca dati, è inclusa anche la lista dei cosiddetti “cattivi pagatori”. Per entrare a far parte di questa lista, è sufficiente aver pagato con ritardo una rata di un prestito o del mutuo, per esempio.

    Se pensi di trovarti in questa lista, ma non sai come verificare tale informazione, ti spiegherò, passo dopo passo, come fare. Per iniziare, ti anticipo che non si tratta di una procedura complessa anzi, la stessa, può essere svolta direttamente da casa tua. Il servizio non è gratuito ma, farne richiesta ha un costo esiguo.

    Come sapere se si è iscritti alla lista dei cattivi pagatori

    Prima di tutto, dovrai recarti all’indirizzo internet del CRIF ed in particolare, nella sezione relativa alla modulistica da compilare per inviare la tua richiesta. Al termine della pagina, troverai un pulsante con scritto “Persona”; dovrai cliccare sullo stesso e spuntare le caselle A e D prima di procedere. Una volta completate queste operazioni, verrai indirizzato in una nuova pagina web. Dovrai inserire i tuoi dati anagrafici e il numero del documento identificativo che hai scelto.

    Per ricevere risposta alla tua richiesta, potrai optare se richiederla tramite indirizzo di posta elettronica oppure tramite il servizio di posta tradizionale. Chi sceglie di optare per la e-mail, dovrà attendere massimo 15 giorni.

    Al termine della procedura appena riportata, sarà necessio scannerizzare il documento sottoscritto ed inviarlo all’indirizzo email indicato con una copia, in alleato, del proprio documento di riconoscimento e della tessera sanitaria.

    Qualora dovessi scoprire di essere stato inserito nella lista dei “cattivi pagatori”, non dovrai preoccuparti. Il servizio di prestito tra privati senza CRIF, di permette di accedere allo stesso in egual modo.

    Prestito tra privati senza CRIF e acquisto della propria abitazione

    Dopo aver definito cosa si intenda per “CRIF”, è arrivato ora il momento di rispondere alle altre due domande oggetto dell’articolo:

    • cosa si intende per prestito tra privati senza CRIF?
    • posso ottenere questo prestito per l’acquisto della mia abitazione?

    Prima di tutto, con prestito tra privati senza CRIF, si intende la possibilità di richiedere un prestito, fra privati, senza alcun tipo di requisito o garanzia da parte del richiedente. In questo caso, infatti, il prestito viene erogato senza alcuna verifica delle informazioni contenute all’interno della banca dati, perché non necessarie o rilevanti. Il servizio di cui ti sto parlando, infatti, è stato pensato per poter essere davvero accessibile a chiunque, a differenza di quanto previsto invece dagli istituti finanziari. In questo modo, qualsiasi necessità tu abbia, potrà essere facilmente risolta.

    Che tu sia iscritto alla lista dei “cattivi pagatori” o meno, non fa alcuna differenza. Ti basterà richiedere un prestito, dalla somma che desideri, ed entro 24h, lo stesso, farà parte della tua disponibilità economica.

    Questa tipologia di prestito appena descritta, può essere richiesta anche per l’acquisto della propria abitazione. Non è importante che tu abbia un lavoro stabile, un garante o un reddito sufficiente. Il prestito tra privati senza CRIF, viene erogato in qualsiasi caso. Non dovrai neppure preoccuparti di spostarti: è possibile ottenere liquidità, in poche ore, ovunque tu sia.

    Quindi, se la tua richiesta di prestito è stata appena rigettata da un istituto finanziario o, ancora, non intendi rivolgerti agli stessi ma hai bisogno di un prestito, nel breve periodo, ad oggi, sai che hai un’alternativa a tua disposizione.

    Conclusione

    Come avrai avuto modo di leggere nell’articolo appena concluso, richiedere ed ottenere un prestito tra privati senza CRIF è facile ma soprattutto, possibile. Il servizio, è stato pensato al fine di superare gli ostacoli che, frequentemente, si frappongono fra chi ha una necessità economica e gli istituti finanziari erogatori del prestito.

    Quindi se cerchi un prestito tra privati senza CRIF non ti resta che contattarmi immediatamente.

     

     

  • Offro prestito cambializzato

    I 3 MOTIVI PER RICHIEDERE UN PRESTITO TRA PRIVATI

    Richiedere un prestito in banca ti risulta difficile o ti è stato negato? Molte persone si trovano nella tua stessa situazione, quando un prestito potrebbe rappresentare una svolta per la loro vita ma la burocrazia ha avuto la meglio. In questo articolo ti mostrerò 3 motivi per i quali richiedere un prestito tra privati potrebbe essere la tua soluzione vincente.

    1. Non avrai bisogno di busta paga o CRIF.

    Un prestito tra privati è basato principalmente sulla fiducia tra le due parti. Mi spiego meglio: sono io in primis a conoscere le difficoltà verso le quali si va incontro quando si vuole richiedere un prestito in banca. Molte volte la buona volontà viene ignorata agli sportelli bancari, dove un documento o un certificato in meno può determinare le sorti del tuo prestito.

    Fortunatamente ci sono persone che, come il sottoscritto, vanno oltre gli standard e, con estrema serietà, si impegnano ad offrire prestiti. Qualora raggiungessimo un accordo, per i motivi sopraelencati, non ti chiederò né busta paga né CRIF, anche se sei stato segnalato o cattivo pagatore.

    1. Non c’è bisogno di attendere lunghi periodi per ottenere il tuo prestito.

    Molte volte, quando si richiede un prestito in banca, le tempistiche non corrispondono alle tue effettive esigenze, creando ulteriori disagi ai flussi del tuo denaro.

    Il prestito con un privato garantisce la massima velocità nell’erogazione della somma. Non appena stipuleremo l’accordo, procederò con l’effettuazione del prestito stesso in tempi brevissimi. Spesso potrà servirti un prestito immediato, anche in giornata, per questo motivo il prestito tra privati è la modalità che farà per te. Inoltre, qualora ne avessi bisogno, renderò il tuo prestito disponibile anche a domicilio, a prescindere da dove tu ti trovi in Italia.

    1. Potrai effettuare il rimborso in modalità adatte alle tue esigenze.

    Una volta ricevuto il prestito si passerà alla fase del rimborso. Anche questo è un punto dolente per molti individui che richiedono prestiti in banca. Un prestito tra privati potrà adattarsi alle tue esigenze e agevolare i tuoi rimborsi. Al momento dell’accordo potremo decidere assieme se il tuo rimborso dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario, cambiale o assegno.

    Il punto vincente di un prestito tra privati è proprio questo: la conversazione è alla base dell’accordo. Un prestito dove chiunque può avere voce in capitolo e può sentirsi libero di richiedere somme nonostante siano stati rifiutati altrove.